Lunedì, 08 January 2018 19:35

Quale carburatore per un Minarelli drag? In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Vi scrivo per un semplice consiglio riguardante l'alimentazione da adattare al mio Malaguti F12

preparato per gare di accelerazione sui 150 mt.

Il motore è elaborato con un gruppo termico Stage 6RT, albero motore RT biella 85 mm,espansione Jollymoto, rapporti primari 13/44 alleggeriti, trasmissione completa Over Range, coperchio scatola ingranaggi Top Performances.

 

La linea di alimentazione, su un motore come il tuo, è di essenziale importanza per ottenere prestazioni elevate.

Considerando che si tratta di un motore Minarelli, ed i limiti del pacco lamellare originale per via della sua posizione rispetto all'albero motore, la cosa più sensata da fare è quella di inclinarlo verso il cilindro in modo che la lamella posteriore non sia in una zona d'ombra e che il pacco lavori completamente. Per fare questo si possono applicare delle basette inclinate, come la Pinasco Power spacer, oppure sostituire il pacco di serie con uno già inclinato, come il Takemori per motori Yamaha 5BM.

Ci possono essere anche soluzioni alternative, come ad esempio il pacco lamellare del Garelli Ciclone ultima serie che, con le dovute modifiche, è in grado di garantire un'eccellente funzionamento su questo motore.

Ovviamente il carburatore andrà scelto in base al pacco lamellare che si andrà a montare.

Di sicuro, con il volume del carter di serie, pacco lamellare originale e biella 85 mm non è il caso di montare un carburatore troppo grande: l'unico effetto sicuro è quello di avere un buon incremento ai medi regimi e ritrovarsi con la stessa potenza erogata con il gas parzializzato o completamente spalancato.

Lavorando sul pacco e sui carter in modo da avere un volume maggiore, si possono provare diversi carburatori. Tenuto conto che si parla di gare di accelerazione, il carburatore che utilizzerei è un Ibea kart da 30 mm con ghigliottina. Questi carburatori sono un po' difficili da mettere a punto a livello di erogazione ai medi regimi, ma a tutta apertura e in allungo, sono superiori ai carburatori a vaschetta.

Ovviamente, se manterrai il pacco originale, proverei un 24 mm Ibea di derivazione KF2, senza power jet.

Questi carburatori si montano senza collettore di aspirazione, realizzando un foro per la depressione per azionare la pompa della benzina.

Questa ti permetterà anche di montare il serbatoio in posizione ancora più bassa, il che su un drag con telaio scooter è sempre di grande aiuto.

Letto 850 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Resta in contatto