Sabato, 07 September 2019 21:12

Consigli per un Ape In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ape Piaggio 50

Ciao Pierluigi, ho comprato Scooter Magazine per molti anni da ragazzo,

 

poi ho fatto l'errore di allontanarmi dai motori: un vero peccato!
Ora mio padre, per trasportare alcune cose dal campo a casa e viceversa, ha comprato un Ape 50cc 4 marce con 14 anni di vita, in eccellenti condizioni, ma si lamenta che vorrebbe dargli un po' più di brio per quando deve affrontare una salita, senza esagerare.
Siamo già in possesso di un polini diametro 47, so che l'Ape è pesante quindi ci vorrebbe qualcosa in più, ma avendo già questo vorrei usarlo, considerando che non deve diventare un mezzo da gara. Cosa ci abbineresti?
Consiglio importante riguarda l'olio, dove ho sentito da tecnici e meccanici moltissimi pareri diversi. Quello che mi sembra il più preparato mi ha spiegato questo:
- Se un mezzo come il mio o come uno scooter non è spinto e non scalda troppo, va benissimo un olio semisintetico, tipo elf arc en ciel in quanto il sintetico lascia incrostazioni.
- Se il mezzo è più spinto come elaborazione, gira di più o scalda di più passare ad un sintetico, e per giri e temperature molto alte ad un ricinato.
Vorrei capire se il concetto è giusto in modo da potermi regolare da solo in futuro in base al mezzo. Cosa ne pensi?

Alcune cose tecniche sul gruppo termico: ho letto tantissime cose in internet e non capisco più cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Ad esempio nella modifica al cilindro, spesso si usa la parola unghiata ma con 3 significati diversi:
1) Eliminare totalmente la parete che divide il travaso dal cilindro dove scorre il pistone
2) creare una sacca laterale nel cilindro, cioè dove c'è materiale "svasare" un po' lateralmente, una piccola conca, non ho capito bene per cosa
3) unghiata allo scarico, ma non ho capito cosa sia
Siccome molti dicono che sul mio cilindro bisogna fare un'unghiata, mi spieghi quale unghiata va fatta?

Inoltre volevo un aiuto per una cosa:
Misurazione rdc: molti dicono che bisogna ingrassare la fascia elastica altrimenti la miscela che verso con una pipetta nel foro candela scende sotto il pistone: perchè? la fascia elastica non
dovrebbe fare tenuta di per se?
Posso farlo anche su una moto senza smontare il gt, o devo per forza smontare il gt per farlo?
Io vorrei usare il sistema giapponese, che mi sembra più serio e affidabile ma.... non riesco a regolarmi, non sono abituato a usare quei valori.
Tu cosa usi? Molte grazie

Il meccanico ti ha detto un mare di stupidaggini.
Prima cosa, il sintetico non incrosta nulla. Il ricinato lascialo stare perchè incrosta e lascia residui gommosi. Va usato solo su motori da corsa che passano più tempo aperti che chiusi. I semisintetici costano meno, quello è l'unico vantaggio. Se la pompa miscelatore è tarata per un semisintetico meno fluido del sintetico, quando userai quest'ultimo invece di miscelare al 2 andrà al 5%: per questo potresti avere più incrostazioni. Io cerco sempre di andare in premix. Sui motori ad aria con cilindro in ghisa io vado sempre al 3,5% con elf sintetico. In estate anche al 4%: meglio più fumo che grippare. Poi, ogni tanto, apro e disincrosto se serve.
Per il rapporto di compressione, la fascia va sigillata con grasso soprattutto nel punto di congiunzione, dove c'è un passaggio evidente da dove trafila il tutto. Io uso olio ATF per calcolare il volume. Va fatto a motore smontato e ripulendo il tutto prima di rimontare il motore.

Letto 84 volte
Altro in questa categoria: « Esperimenti su marmitte per F10 86 cc

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Resta in contatto